venerdì, 23 Ottobre, 2020
Tags Paola Abenavoli

Tag: paola Abenavoli

Il cinema guarda al teatro: la Mostra di Venezia 2020 rinnova la sinergia tra arti

PAOLA ABENAVOLI | Se già lo scorso anno, con il grande successo de Il sindaco del rione sanità di Mario Martone, si era dato...

“Voce in chat”: Dario De Luca sperimenta nuovi linguaggi drammaturgici, tra racconto del reale e nuove tecnologie

PAOLA ABENAVOLI | Si può scrivere un'opera in questo periodo così confuso e strano? Si può realizzare non un "semplice" diario della quarantena, ma...

L’anima come essenza: La fuga di Pitagora, tra filosofia e incontro di popoli

PAOLA ABENAVOLI | Parla di anime, Pitagora. Parla di ricordi. E di numeri, che parlano a loro volta del mondo, lo definiscono. Parla della...

Il mare come metafora nella Calabria di “Bollari: Memorie dallo Jonio”

PAOLA ABENAVOLI | I racconti degli anziani, le leggende che si uniscono alla verità, le piccole storie che incrociano la Storia: prima di tradurle nelle...

Il mercante di Venezia, ovvero la valenza universale dell’opera shakespeariana

PAOLA ABENAVOLI | La classicità che conferma la sua valenza universale: Shakespeare, con le sue opere, incarna perfettamente questo assunto e la riproposizione di...

Un canto all’unisono tra musica e poesia: “Bestemmia d’amore” di Delbono/Avitabile

PAOLA ABENAVOLI | L'amore e il dolore; il desiderio di verità; la spiritualità; il mondo che cambia al di là di ogni previsione: un...

Tra memoria, favola e poeticità: ‘N cielo e ‘n terra di Carlo Gallo

PAOLA ABENAVOLI | Una ricerca nella memoria, nei racconti degli anziani, nelle leggende, per ricostruire il presente e guardare al futuro. Un'azione che è...

Il romanzo di un uomo semplice: “Giobbe” di Roth nell’interpretazione di Roberto Anglisani

PAOLA ABENAVOLI | Una storia semplice, di un uomo semplice: così la definisce anche l'autore del romanzo, Joseph Roth, nel sottotitolo del suo Giobbe....

I Miserabili: l’attualità di un testo, le sfide (e le insidie) di una messinscena

  PAOLA ABENAVOLI | Accostarsi a un classico è sempre una sfida. Accostarsi a un romanzo complesso come I Miserabili lo è forse ancora di...

Quanto resta della notte: un “breve lungo viaggio” tra ricordi e perdono

PAOLA ABENAVOLI | Una sedia, un attore, la sua voce: il più puro esempio di teatro di narrazione. In cui però l'attore non è...
- Advertisment -

Most Read

La cinquina di Rubiera: il progetto Forever young di Corte Ospitale

ELENA SCOLARI | Campagna, conigli liberi tra le aiuole, uno splendido ex convento in una piccola cittadina a metà strada tra Reggio Emilia e...

Viziosismi nr. 107: I topini nello stabulario

ANTONIO CRETELLA | Mi raccontò una volta una mia cara amica, chimico farmaceutico, che per testare in vivo l’efficacia di nuovi farmaci ansiolitici sulle...

30, morto che parla: “Memento mori” di Sergio Blanco al Fit Festival

ELENA SCOLARI | C'è un bel racconto di Gabriel García Màrquez dal titolo Il mare del tempo perduto (El mar del tiempo perdido) in...

Danzare la fragilità: su “Best Regards” di Marco D’Agostin e “Bye Bye” di A.M. Romano

LAURA BEVIONE | In questi giorni in cui la riapertura dei teatri è quotidianamente rimessa in discussione, due spettacoli visti al Festival Torindanza confermano,...