giovedì, 4 Marzo, 2021
Tags Teatro Gioco Vita

Tag: Teatro Gioco Vita

La preziosa piccolezza della cura e dell’amore: Il Piccolo Re dei Fiori di Teatro Gioco Vita e Balletto di Roma

ILENA AMBROSIO e GIORGIO FRANCHI IA:«Fatti piccolo, tutto piccolo piccolo e passa da qui. Ogni inizio, in fondo, è solo un seguito». Una scritta in bianco...

Maggio all’infanzia: parte II

MARIA FRANCESCA GERMANO | La fiaba, nucleo di archetipi propri dell'umanità tutta, è dall'inizio dei tempi portatrice di intenti pedagogici primari; valicando processi di...

Ulisse nella terra dei vichinghi e delle gomene di carta

MARIA FRANCESCA GERMANO | Quando con la prole passi, senza soluzione di continuità, dai Plasmon al Topexan prendi perfettamente coscienza del fatto che solo...

Prospettive del Teatro di Figura italiano: verso la nascita di una Scuola Nazionale

FRANCESCA DI FAZIO | Possiamo crederci? Con questa domanda, da intendersi meglio come enunciazione in forma provocatoriamente interrogativa di una speranza, si presenta il...

Festival Impertinente: proposte di teatro di figura contemporaneo

FRANCESCA DI FAZIO | Dal 7 all'11 dicembre si è tenuta a Parma la terza edizione di Impertinente Festival, il festival di teatro di...
- Advertisment -

Most Read

La bolla del lockdown in un film: “Nello specchio” di Teatro Periferico

ELENA SCOLARI | Gli umani ridono. Questa, secondo le teorie scientifiche più accreditate, è la caratteristica che davvero solo l'uomo (ci siamo capiti, non...

Labile Linguista #31 – Ma l’hai letto su Topolino?

GIORGIO FRANCHI | È inutile che facciate finta: vi ho sgamati. Siete tutti attori pagati, pure tu che leggi e che fai l’indifferente, pedine...

Viziosismi nr. 112: L’anno della marmotta

ANTONIO CRETELLA |  Nella costruzione di una sit-com corale non può mancare nella caratterizzazione dei personaggi quello che incarna il tipo freak, sopra le...

Spedizioni notturne nella mia stanza – #1

MARCO IVALDI | Doverosa premessa, solo per questa volta. Sto iniziando una rubrica. Mi sono sempre allenato a correre, sempre più forte, per fuggire dall’orrore dell’appuntamento...