martedì, 25 Febbraio, 2020
Home Arte Ninos Du Brasil a Short Theatre 2018 – Perdere la dignità è...

Ninos Du Brasil a Short Theatre 2018 – Perdere la dignità è la priorità

IMG_-f8zkvnMARCO BALDARI | Inizia con i fuochi d’artificio l’edizione 2018 dello Short Theatre a Roma. Primi ospiti musicali della manifestazione sono gli ormai mitici Ninos Du Brasil. Progetto musicale le cui origini sono ancora avvolte da molti misteri. Nico Vascellari e Nicolò Fortuni, duo romano, sono gli unici due membri conosciuti, ma le loro collaborazioni sono molte e variegate. Per questo appuntamento, ad esempio, si presentano con il regista e visual artist Carlos Casas, già visti insieme per i lavori video di Sanctuary (2014).

Umidità, caldo afoso, sensorialità portata all’eccesso, richiami al carnevale brasiliano, sono questi gli elementi che rappresentano il loro ultimo lavoro Vida Eterna.

Sul palco troneggia uno schermo gigante, che “spara” senza soluzione di continuità immagini di foreste notturne, facce allucinate, animali deformati e luci stroboscopiche. Al centro,  tra i mixer, ci sono  le immancabili percussioni, elemento fondamentale nello spettacolo, che alterna suoni campionati a la performance ritmica della coppia di dj. Il vero segreto del successo di questo gruppo? Componente elettronica e sensibilità umana. Grazie a trame musicali che condensano noise, batucada, samba, elettronica, hardcore punk, si ha l’idea di immergersi in una giungla notturna, popolata da strane creature, che tirano fuori tutta la loro energia solo nel e dal buio.

20180907_003946Il manifesto dello Short Theatre sta tutto nel titolo dato per quest’anno Provocare la realtà. Una realtà che ci appare sempre più organizzata e fissata all’interno di un’unica immagine del mondo.

La chiave per disinnescare questa trama orwelliana sta secondo gli organizzatori (e modestamente anche secondo noi) nell’Arte. Arte declinata in tutti i suoi aspetti, che sia cinema, teatro o performance live. Un’Arte capace di mettere in discussione l’ordine costituito, per avere la forza di immaginare un futuro nuovo e differente.

Da questo punto di vista la presenza dei Ninos du Brasil è perfetta. Uno spettacolo caratterizzato da un tempo differente, dilatato, ma assai intenso, quasi improduttivo, teso a rivalutare il concetto fondante dell’otium latino, nel quale possono avvenire eventi e incontri imprevisti.

Allora se il motto dei Ninos è perdere la dignità, magari anche solo per un’ora, così sia. Dedicarsi del tempo, per interrompere lo scorrere scandito della giornata. Assistere a un’esibizione dei Ninos Du Brasil si pone tra l’esercizio mistico, un rito pagano e una festa carnevalesca (complice la costumistica ricercata, fatta di maschere voodoo e stelle filanti). Una ricetta all’insegna del ritmo, al cospetto della quale stare fermi è impossibile. Uno show non facile da rendere a parole. Spesso anche loro nelle interviste dichiarano che assistere a un live è l’unico modo per capirli fino in fondo, per fortuna la multimedialità ci può venire in soccorso.

Buon ascolto e provate a non farvi prendere dal ritmo. Noi scommettiamo che perdereste la scommessa.

Short Theatre 2018 – Roma – Ninos du Brasil – Vida Eterna

6 settembre | 23:30
La Pelanda – Zona esterna
Concerto

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here