mercoledì, 19 Febbraio, 2020
Tags Gaetano Colella

Tag: Gaetano Colella

Con Ovidio e il pubblico nel flusso del racconto. Intervista ad Armamaxa Teatro

ILENA AMBROSIO | Il flusso ricco e generoso del racconto che coinvolge nel suo scorrere energie artistiche, ma raccogliendo in sé anche quelle del...

Primavera dei Teatri 2018, dove fiorisce il teatro contemporaneo

GIORDANA MARSILIO | “Nuovi linguaggi della scena contemporanea” è il motto che accompagna il Festival Primavera dei Teatri (27 maggio – 2 giugno), per la...

Campo Teatrale: la narrazione sociale a Milano

RENZO FRANCABANDERA | È un tipo di teatro accessibile ma con un peso specifico poetico assai particolare e calibrato quello che da anni ormai...

Il Cechov dei taccuini e dei racconti de Le belle bandiere

RENZO FRANCABANDERA | La scena è essenziale e propone una sorta di tenda bianca anteriore lunga quanto tutto il palcoscenico, al di là della...

“StArt up teatro” intervista a Gaetano Colella: a Taranto una riflessione sul contemporaneo

MARIELLA DEMICHELE | Basta una passeggiata sulla costa occidentale di Taranto, osservare le imponenti strutture metalliche delle raffinerie che si ergono sul mare come...
- Advertisment -

Most Read

Si può parlare di uno spettacolo attraverso una poesia? Abstract. Un’azione concreta di Silvia Rampelli

DALILA D'AMICO | Il 15 e il 16 Febbraio nell'ambito di Grandi Pianure, programma dedicato alle pratiche coreografiche curato da Michele di Stefano per...

La chimica dei fluidi nel Macbetto di Testori riletto da Magnani

RENZO FRANCABANDERA | Al Teatro delle Moline, uno degli spazi bolognesi del circuito di ERT, Emilia Romagna Teatro, abbiamo assistito ad un riadattamento del...

Le tessitrici misericordiose di Emma Dante

ESTER FORMATO | Abbigliato con una veste femminile appena recuperata dalla spazzatura, un corpo maschile basculante si muove al ritmo del frenetico sferruzzare di...

Il ring della resa: La purezza e il compromesso di Linguaggicreativi

ELENA SCOLARI | La Milano povera e in bianco e nero degli anni '50 - '60, con grandi aree vuote, i primi alti condomini...