domenica, 18 Aprile, 2021
Tags Teatro

Tag: teatro

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Alessandra Checcucci su Il Nullafacente

La necessità di non fare niente di Alessandra Checcucci Lo spettacolo Il Nullafacente, scritto da Michele Santeramo e diretto da Roberto Bacci, ha debuttato il 3...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Luca Razzauti su Aspettando Godot

Godot, metafora delle misteriose attese dell’umanità di Luca Razzauti Aspettando Godot di Samuel Beckett fu composto nel 1952; si svolge in due atti. La rappresentazione oggetto...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Davide Niccolini su La mamma sta tornando, povero orfanello

La filologia dell'orfanello di Davide Niccolini Bambini e anziani sonocreature quasi magiche: i primi rivolgono gli occhi sognanti al futuro, i secondi al passato. Necessitano entrambi...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Elena Martini su Animali da bar

Tanatosi (solo per difendersi) di Elena Martini Il fulcro dello spettacolo teatrale Animali da bar è tutto nel titolo: evoca all'istante uno scenario acceso, dinamico, palpitante....

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Carla Cerrai su Il Nullafacente

Un invito a non sprecare un tempo finito di Carla Cerrai Il Nullafacente, drammaturgia di Michele Santeramo, prodotto dal Teatro Era nel 2017 con la regia...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Tania Nelli su La mamma sta tornando, povero orfanello

Frammenti di memoria di Tania Nelli Sotto una luce calda e sanguigna, una voce soave intona una dolce melodia sulle note di una chitarra. Il canto...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Martina Aliprandi su Il Nullafacente

Tutto quello che c’è da fare è non fare nulla di Martina Aliprandi Fare o non fare? Questo è il dilemma. Tutti, almeno una volta nella...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Ilaria Nenna su Aspettando Godot

Originalità nella tradizione. Aspettando Godot: un “caso” al femminile di Ilaria Nenna Testo emblematico della drammaturgia del Novecento, che ha reso celebre il proprio autore, Aspettando Godot...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Anna Contini su Katie’s Tales

L’alfabeto delle emozioni di Anna Contini La voce – limpida come acqua di sorgente – attraversa tutto il corpo dell’attrice in scena e ne fuoriesce permeata...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Elisa Salvetti su Aspettando Godot

Pozzo: Predominio e cultura, generatori di solitudine di Elisa Salvetti Assai chiacchierato l’Aspettando Godot diretto da Roberto Bacci, finito in tribunale per la scelta registica di far...
- Advertisment -

Most Read

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Alessandra Checcucci su Il Nullafacente

La necessità di non fare niente di Alessandra Checcucci Lo spettacolo Il Nullafacente, scritto da Michele Santeramo e diretto da Roberto Bacci, ha debuttato il 3...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Luca Razzauti su Aspettando Godot

Godot, metafora delle misteriose attese dell’umanità di Luca Razzauti Aspettando Godot di Samuel Beckett fu composto nel 1952; si svolge in due atti. La rappresentazione oggetto...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Davide Niccolini su La mamma sta tornando, povero orfanello

La filologia dell'orfanello di Davide Niccolini Bambini e anziani sonocreature quasi magiche: i primi rivolgono gli occhi sognanti al futuro, i secondi al passato. Necessitano entrambi...

SCRITTURE SULLA SCENA 20/21: Bianca Macerini Papini su Animali da bar

Molto più di un bar di Bianca Macerini Papini Un bar, un luogo di mezzo, terra di nessuno dove entrano ed escono storie, dove ci si...